/

                                        




Storage e storage virtualizzato 
 
 

Al giorno d'oggi, la maggior parte delle informazioni trattate da un'azienda (se non tutte) sono prodotte e gestite attraverso sistemi ed applicazioni informatiche.

Di conseguenza, l'archiviazione cartacea si sta riducendo sempre di più per lasciare spazio a sistemi di archiviazione informatici sempre più potenti e all'avanguardia, con ampie capacità di memoria, accesso rapido e soprattutto elevata sicurezza dei dati.
 

Le aziende producono enormi quantità di dati che necessitano di essere gestiti in maniera semplice: devono essere rintracciabili ed accessibili con rapidità, ma soprattutto, il loro volume non deve appesantire l'infrastruttura informatica aziendale.
 

Inoltre, l'archiviazione dei dati deve essere gestita in maniera tale da rispondere a standard di sicurezza informatica sia nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela della privacy, sia nel rispetto del normale svolgimento delle proprie attività lavorative: strutturarsi con adeguati sistemi per evitare attacchi informatici a danno nei propri archivi, significa difendere il proprio business e la proprio identità nel mercato.
 

L'archiviazione dei dati, oltre a basarsi su un'organizzazione efficace, deve poter avere un efficiente sistema di controllo centralizzato per gestire l'aumento esponenziale delle informazioni e agevolare i backup, consentendo di ottimizzare costi e tempi nella distribuzione dei servizi di archiviazione, ma soprattutto di minimizzare i rischi che possono portare alla perdita totale o parziale dei dati.
 

Obiettivi
 

Format , grazie alle competenze maturate in anni di esperienza, propone un ampio ventaglio di soluzioni di storage (soluzioni per la gestione e l'archiviazione dei dati) differenziate in base alle necessità organizzative delle singole aziende, accompagnando il cliente in tutto il percorso di realizzazione dell'infrastruttura: dalla scelta dei processi di archiviazione più efficaci, all'investimento sull'hardware migliore del mercato.

 

Soluzione SAN (Storage Area Network). 

Questa soluzione consiste nel creare un'infrastruttura di comunicazione specializzata SAN (Storage Area Network), la quale fornisce connessioni fisiche tra i server e i sistemi di memorizzazione dei dati con un livello di gestione che consente di organizzare e ottimizzare connessioni, elementi di storage e sistemi di computer in modo da garantire un trasferimento di dati sicuro e robusto.

Un'architettura SAN opera in modo che tutti i dispositivi di memorizzazione siano disponibili a qualsiasi server della rete.

Il vantaggio è che tutta la potenza di calcolo dei server è utilizzata per le applicazioni, in quanto i dati non risiedono più direttamente sui server stessi, ma sulle periferiche di storage. Solitamente le periferiche di storage sono connesse ai server attraverso canali in fibra ottica. Per migliorare le prestazioni e aumentare l'affidabilità del sistema, normalmente una SAN utilizza dischi collegati con una struttura di tipo RAID (insieme ridondante di dischi indipendenti).

 

 

Soluzione NAS (Network Attached Storage). 

Questa soluzione permette a tutti i sistemi connessi in rete di accedere direttamente allo storage (attraverso protocolli NFS o CIFS) senza passare necessariamente per i server.
L'infrastruttura NAS è un sistema di archiviazione simile al SAN, ma a differenza di quest'ultimo che utilizza tecnologie sviluppate ad hoc, per l'ottimizzazione del trasferimento dei dati tra server e storage utilizza la tecnologia di rete tradizionale (Ethernet) assoggettata a tecnologie e protocolli anche proprietari, per dar luogo al trasferimento e alla condivisione dei dati.
Come per il SAN, anche il sistema NAS utilizza una struttura di tipo RAID per migliorare le prestazioni e aumentare l'affidabilità del sistema.

 

 

Soluzione tipo OSN (Open Storage Networking). 

Lo "storage di rete aperto" rappresenta la combinazione tra le due precedenti infrastrutture di comunicazione (SAN e NAS). Consente infatti di accedere ai dati sia attraverso i server, che direttamente dalle periferiche storage, con in più la possibilità di scegliere a quali dati accedere attraverso i server (p.e. applicazioni front-end quali FTP, WEB, dati condivisi) e quali attraverso le periferiche di storage (p.e. dati più importanti e sensibili gestiti attraverso politiche di sicurezza più esclusive). Questa soluzione consente alle aziende di gestire in modo più funzionale le varie tipologie dei propri dati.
E` definito "aperto" perchè permette di combinare con facilità le risorse aziendali esistenti con tecnologie nuove ed emergenti.

 

Vrtualizzare lo storage perchè:

Le aziende si trovano a dover fronteggiare una serie crescente di sfide di business legate alla memorizzazione e gestione dei dati.

Basti pensare che entro il 2013 è previsto che la base di informazioni codificate a livello mondiale raddoppierà ogni 11 ore mentre, nel contempo, i dati diventano sempre più eterogenei (l’80% di essi è ormai di tipo non strutturato), cresce il rischio associato alla compliance e le aziende si trovano ad affrontare il problema di migrare su supporti tecnologicamente aggiornati dati che, in alcuni casi, devono essere conservati e mantenuti accessibili per oltre 10 anni.
 

Le soluzioni possibil proposte da Format:


La virtualizzazione mette a disposizione delle aziende il modo per raggiungere il livello di flessibilità e d’efficienza richiesto da queste dinamiche di business, grazie alla possibilità di semplificare le operazioni di modifica dell’infrastruttura e di rispondere in modo più rapido ed efficiente alle sollecitazioni del business. Alla virtualizzazione dei server diventa sempre più essenziale però affiancare quella, complementare, dello storage. 


Grazie alla virtualizzazione dello storage è possibile integrare molteplici sistemi storage eterogenei come se fossero un unico grande insieme di risorse di memorizzazione, gestibili centralmente con le medesime modalità. Parallelamente si può sfruttare la virtualizzazione dello storage, per creare una pluralità di risorse virtuali partendo da un’unica grande risorsa storage, attraverso un processo di partizionamento logico.


La virtualizzazione dello storage permette una drastica riduzione dei costi di capitale, ma i driver primari che dovrebbero indurre ad avviare un progetto di questo tipo sono altri.
I principali benefici ottenibili sono, infatti, da ricondurre ad aspetti quali la riduzione della complessità all’interno del data center, il miglioramento del disaster recovery e della “data protection”, l’incremento nell’utilizzo delle risorse, l’ottenimento di una flessibilità dinamica nella risposta delle risorse, il migliore controllo nella gestione dell’aumento di capacità e la possibilità di predisporre politiche di storage multilivello.


Per queste ragioni predisporre una soluzione per la virtualizzazione dello storage, più che un’opzione tecnologica, rappresenta una scelta di business necessaria per rimuovere la complessità e gli ostacoli operativi. Al riguardo Gartner dichiara: «Circa l’80% dei dati sui drive ad alta velocità non si usa praticamente mai, e dovrebbe essere trasferito su dischi meno dispendiosi».


VEDI ANCHE  - Assistenza sistemistica,  -  Business Continuity , - System Integrator  
                        
                  

Copyright © 2012 Format SRL - P.Iva 01023960055 - Fraz.Quarto Inferiore, 275/G - 14100 Asti (AT) - Tel.0141.293931 / 0141.293937 - Fax.0141.293913 - vedi Cartina
Tutti i diritti riservati. Condizioni d'uso Norme sulla privacy